Scrivere questo post è come dire che me la sono cercata.

Ho passato un buon periodo di questa estate a fare il pavone con il mio tablet dispensando (a chi interessato) consigli su ottimi libri da leggere.

Guarda che libro interessante sto leggendo, da questo libro ho imparato molte cose, guarda che bel libro ho trovato e cosi via.

Morale della favola, in tanti mi chiedevano e continuano a chiedermi di mandargli i link dei favolosi libri racchiusi nel mio tablet.

Ecco che ho deciso di scriverci questo post per accontentarli tutti e magari anche qualcuno in più.

Lettura Numero 1 (Per più di un motivo)

Copertina Libro Web 3.0

Copertina Libro Web 3.0

RISCHI ED OPPORTUNITA’ DEL WEB 3.0 E DELLE TECNOLOGIE CHE LO COMPONGONO

Rudy Bandiera (@RudyBandiera)

Una lettura che ho inserito al primo posto non a caso. Posso definirlo una finestra sul futuro, scritta non da un mago, ma da chi vive il web e le tecnologie collegate tutti i giorni da anni.

Un esperimento di immaginazione (ma nemmeno poi troppa) sulle possibili evoluzioni delle tecnologie che stiamo vivendo in questo periodo, con un ottimo riferimento a ciò che è stata l’evoluzione degli ultimi dieci quindici anni.

Coadiuvato da contributi di persone che come Rudy utilizzano e aiutano ad utilizzare il Web, i Social e le tecnologie nella maniera migliore tutti i giorni. Una lettura da fare obbligatoriamente per capire i fenomeni e i cambiamenti che ci aspettano.

 

Lettura Numero 2 (Ma poteva stare anche al Numero1)

Fai di te stesso un brand

Fai di te stesso un brand

FAI DI TE STESSO UN BRAND. PERSONAL BRANDING E REPUTAZIONE ONLINE

Riccardo Scandellari  (@skande)

In effetti è il primo che ho letto. Ed è quello che più di tutti mi ha dato la spinta ad utilizzare i miei canali social in modo diverso.

Una guida, ragionata, assolutamente non noiosa, brillante e perfettamente in linea con la realtà di tutti i giorni.

Suggerisce e insegna un diverso utilizzo dei canali social. Mi ha dato la spinta ad eliminare (tutto o in parte) il social cazzeggio e cercare di trasformare i miei canali in una vetrina utile alla mia reputazione (non solo online), al mio lavoro ed alle relazioni che da esse possono nascere. Devo ancora imparare tanto, ma è una lettura da fare sia che si voglia trasformare i canali personali in qualcosa di più sia che si gestisca quelli aziendali. Ho l’impressione che lo rileggerò a breve.

 

Lettura Numero 3 (Non mi piace, non c’è verso non mi piace, ma leggendo ci ho capito di più!!)

Scopri google plus e conquista il web

Scopri google plus e conquista il web

SCOPRI GOOGLE PLUS E CONCQUISTA IL WEB

Salvatore Russo (@wmsaver)

Non piace, lo dice anche lui, o per lo meno non piaceva e non ci credeva nemmeno lui. Come me che non sono nessuno per dirlo se non un utente normale che ci spippola un po’.

Però leggendo e prendendo spunto da questo libro ho scoperto un mondo diverso, ho cominciato ad apprezzarne (e molto) le comunity, a comprendere l’aiuto che comunque un social collegato al più utilizzato motore di ricerca ed ecosistema integrato della rete possa dare. Non c’è verso, che piaccia o no , non se ne può prescindere, tanto vale allora conoscerlo ed utilizzarlo al meglio.

Salvatore ci aiuta in questo dando un’ottima guida a comprenderne le dinamiche ed il suo utilizzo.

 

Lettura Numero 4 (Per me fondamentale)

Scrivere per il web 2.0. Come fare content marketing che funziona

Scrivere per il web 2.0. Come fare content marketing che funziona

SCRIVERE PER IL WEB 2.0. COME FARE CONTENT MARKETING CHE FUNZIONA

Alessandro Scuratti (@ComunicareSuWeb)

Scrivere mi piaceva anzi mi piace, forse, non sta a me dirlo ero o sono anche bravino. Però scrivere è un esercizio che va mantenuto costante, ti devi tenere in allenamento. Può capitare anche che il tuo stile cambi per motivi indipendenti dalla tua volontà. Per lavoro ho sempre scritto testi puramente “tecnici” relazioni, report, capitolati, erano rivolti al mio target in un contesto diverso da quello in cui opero ora.

Sentivo quindi la necessità di aggiornare il mio stile, ritornare ad una scrittura più emozionale, che specie se rivolta al web ha sicuramente regole diverse.

Le ho trovate in questo splendido libro che aiuta a comprendere come scrivere contenuti di qualità rivolti al web. Quali sono le difficoltà e come si affrontano.

Lettura Numero 5 (Tecnica, molto tecnica. Ma a me piaceva imparare questo argomento. E lo farò!!)

CREA IL TUO TEMA WORDPRESS DA ZERO!

CREA IL TUO TEMA WORDPRESS DA ZERO!

CREA IL TUO TEMA WORDPRESS DA ZERO!

Andrea Birghignani (@Andrea_AndMore)

WordPress mi piace. Mi ha permesso circa tre anni fa di approcciare alla realizzazione di siti web dinamici e condivisibili. Era un tassello della mia personalissima formazione che mancava. Grafico sono sempre stato, dai lucidi e penna a china fino ad AutoCAD e Illustrator. Questa era una disciplina che insieme ai social ho sviluppato dopo. Come tutti sono partito dalle basi, ho trovato template, ottimi o meno, pronti e abbastanza personalizzabili per le mie esigenze fino ad ora. Con questo libro sono andato oltre e spero di farlo ancora di più. Non sono un programmatore o un esperto di WordPress stando ai requisiti che Andrea descrive in questo post, ma ci sto lavorando, me lo sono stampato e via via spunto le varie parti. Un giorno spero di averle spuntate tutte!!!

Lettura Numero 6 (lo so avevo detto 5, ma questo non si può davvero tralasciare, anzi dovrebbe essere il primo)

Existential Marketing: I consumatori comprano - Gli individui scelgono

Existential Marketing: I consumatori comprano – Gli individui scelgono

EXISTENTIAL MARKETING. I CONSUMATORI COMPRANO, GLI INDIVIDUI SCELGONO

Stefano Gnasso e Paolo Iabichino (@iabicus)

Non faccio marketing nel senso puro del termine, cioè non è la mia professione o per lo meno la sfioro ogni qual volta comunico qualcosa a qualcuno.

Questo libro non posso non consigliarlo. E’ una pietra miliare del comprendere come i social, il web e il marketing stiano cambiando e come.

Ho avuto la fortuna, l’onore ed il piacere di assistere alla presentazione del libro da parte di Paolo.

Con il quale ho piacevolmente interagito su app per videoricette e mani sporche!!!

Ringrazio i Maremmans per l’opportunità specie Robi Veltroni che non mi ci voleva e non mi ci vuole, ma soprattutto Paolo per le splendide informazioni del suo libro. Da avere e basta. A fiducia.

Ps. L’unico che ho cartaceo e fortunatamente anche autografato!!

Volete vedere l’ultima creazione di Paolo??? Consiglio vivamente di farlo!!